Mercato Trionfale

Il mercato Trionfale è considerato il primo mercato rionale romano, è sicuramente il più grande con i suoi 273 banchi ed è tra i maggiori d’Italia e persino d’Europa. Aperto su viale Giulio Cesare alla fine dell’Ottocento, per anni è stato un posto di transito per chi andava a caccia o fuori città e si fermava con cavallo o carrozzella per fare rifornimento per bestie e persone.

Il mercato è diviso per corridoi con box di colori diversi a seconda della categoria merceologica: verde per frutta e ortaggi (verde chiaro sono i produttori diretti che sono una cinquantina), blu per il pesce, rosso per la carne dove troverete il macellaio Alessandro e il suo banco filoamericano The Butcher.

I contadini invece sono verso il fondo del mercato. Al mercato Trionfale puoi trovare veramente di tutto: frutta fresca e secca, riso e ogni tipo di cereale, pesce fresco e baccalà, salumi, formaggi e porchetta. Ma anche elementi di merceria, abiti, borse, scarpe, giochi per bambini, decorazioni natalizie, miele, marmellate, prodotti esotici come frutta e verdura alla base delle cucine etniche. Insomma una spesa completa.

In quest’area c’è il banco di Peppino dedicato a uova (galline bio e non, quaglie), miele, marmellate e prodotti biologici. Gestito dalla terza generazione di commercianti, porta ancora il nome del nonno, nato in America figlio di emigranti da Arce (Frosinone) che decise di tornare in Italia e si mise ad allevare polli e tacchini.

Poco più in là c’è il banco di frutta secca, castagne, funghi di Iolanda, classe 1923. “Io ho ereditato il banco da mia madre che lo gestiva già negli anni Venti poi ho sposato un fruttivendolo e abbiamo unito i banchi. Continuo nonostante l’età, la crisi, il lavoro che è diminuito, la concorrenza dei supermercati”.

Fonte: I Mercati di Roma